Arte e immaginarioArte-Musica-Spettacolo

Ravenna Mon Amour

Dopo un tour virtuale tra studio e visione di immagini e filmati siamo pronti per calarci nella parte! Che parte? Mosaicista!!

La verità è che qualcuno di noi aveva anche capito male pensando di dover portare flauti e chitarre, che avrebbero rallegrato l’ambiente ma non sarebbero stati utili allo scopo. L’obiettivo infatti era ricreare le decorazioni musive paleocristiane, quelle ravennati in particolare.

Galla Placidia e San Vitale erano gli esempi di riferimento e prima di tutto bisognava progettare i particolari da realizzare. Divisi in gruppi di lavoro ogni squadra ha realizzato il proprio progetto e da quello in poi tutto è stato molto divertente ma anche paurosamente tassellato!!

Un’attività legata al coding, ricostruire una figura attraverso una serie di rettangoli disposti nello spazio seguendo uno schema predeterminato.

La cosa più complessa è stata tagliare la gomma Eva in tanti piccoli tasselli policromi, ce n’erano veramente un’infinità. Tante sfumature ed ogni gruppo con le sue bustine colorate piene di fantasie in quadrotti.

Durante l’attività di laboratorio le mani correvano sulla superficie 50×70 cm incollando secondo l’immagine di riferimento, tassellando l’immagine, cercando di riprodurne le forme e le colorazioni, rispettando il disegno.

Certe cose viste da vicino non si comprendono appieno, tant’è che ci si rende conto di quanto è stato fatto solo dopo essersi allontanati fisicamente e mentalmente per osservare con il giusto distacco.

Questi i risultati del nostro lavoro di cui siamo fieri!

Classi 2A-2B-2I – prof. Mussari