Attualità

Concorso letterario “Monia Delpero”

Concorso poetico per riflettere sul femminicidio

Quest’anno è stata proposta la 6° edizione del Concorso letterario“Monia Delpero”, riservato alle Scuole secondarie di primo e secondo grado della Provincia di Brescia.

Citiamo il bando di concorso:

Il concorso letterario “MONIA DELPERO” è intitolato alla memoria di Monia, uccisa a soli 19 anni nel 1989 dall’ex fidanzato, che solo dopo tre giorni ne fece ritrovare il corpo tra i campi di Manerbio. Questa sesta edizione del concorso invita le/gli studenti all’elaborazione di una COMPOSIZIONE IN VERSI sul tema del futuro, tanto in chiave personale quanto collettiva. Il mondo attorno a noi, e con esso i nostri personali mondi, mutano sempre più rapidamente. Emergenze nuove, come la necessità planetaria della pace, si mescolano a temi che ormai da tempo ci chiedono soluzioni, come le crisi climatiche ed energetiche. In tutto questo, la nostra società diviene sempre più tecnologica, modificando non solo le professioni ma anche le relazioni, che si fanno sempre più smaterializzate e apparentemente slegate a una presenza fisica delle persone. Il futuro dunque come incognita, come incertezza, ma anche come opportunità per cambiare, per migliorare e credere di poter costruire un mondo più giusto e sostenibile.

Sofia e Clara, della classe 3D, hanno partecipato con una loro poesia.

Ne riportiamo i testi:

Sofia:

SCINTILLA

Davanti a me una strada,

di un buio acceso,

solo all’orizzonte una scintilla,

minuscola,

invisibile,

riconosco una nota di speranza.

Così vado avanti sulla via del futuro,

ricordando il bagliore

e l’immagine della gioia.

Clara:

LA FINE DELLA CORSA

Sono alla fine della corsa,

davanti a me vedo sofferenza

e più cammino più è inevitabile.

Il mio passato era come una fogliolina sgargiante,

il mio futuro sarà come quella stessa foglia,

ma bruciata dalle fiamme ardenti e implacabili della violenza.

Crudeltà.

Oppressione.

Costrizione. 

Questo scorgo nel mio destino,

una vita intollerabile.

Ormai è troppo tardi per denunciare,

lascerò che la foglia della vita cada al suolo

e si esaurisca nell’inferno umano.

Una vita intollerabile

un destino inevitabile.

Sono entrambe poesie profonde; in una c’è il tocco della speranza, nell’altra un maggiore pessimismo.

La prima è stata premiata in una bella cerimoniapressol’Auditorium San Barnaba di Brescia, venerdì 19 maggio 2023. Sofia ha avuto anche l’occasione di declamare il suo componimento. Era emozionata, ma è stata capace di esprimersi con ottima espressività.

Complimenti!