Arte e immaginarioAttualitàUncategorized

Sedie rosse

Due sedie rosse alla Pirandello per dire NO alla violenza sulle donne

Nella lotta contro la violenza sulle donne, gli studenti del plesso Pirandello hanno lanciato un messaggio tangibile realizzando un’installazione efficace a sensibilizzare la comunità scolastica. L’opera, che ha visto la collaborazione di studenti di diverse classi, è posizionata strategicamente all’ingresso della scuola per catturare immediatamente l’attenzione di chi entra. 

Guidati dal docente di riferimento, gli studenti hanno recuperato due vecchie sedie, quelle che di solito li ospitano durante le ore di lezione e le hanno dipinte, utilizzando un colore rosso vivo. Successivamente le hanno collocate simbolicamente, una accanto all’altra. Sopra di esse un mosaico, fatto di parole e loghi creati dagli studenti, offre simbolicamente una potente rete di resistenza e sostegno.

Le sedie richiamano le panchine rosse sparse per la città, simbolo del vuoto lasciato dalle donne vittime di omicidio. L’osservatore è invitato a riflettere sulla necessità di sostenere, aiutare, denunciare, ESERCI. Il colore rosso rappresenta il sangue versato, ma simboleggia anche la forza e la passione necessarie per affrontare questa seria problematica.

Creatività, senso di comunità e unità hanno accompagnato tutte le fasi del lavoro, dall’ideazione e progettazione, fino alla realizzazione dell’installazione. Essa offre un prezioso punto di partenza, uno spunto per riflettere e confrontarsi, promuovendo dialogo e consapevolezza. Ogni anno nuovi studenti saranno chiamati a fermarsi e a contribuire alla trasformazione e all’ampliamento dell’opera per renderla sempre più attuale, sempre più incisiva.